immagine sito ac1

Rallegratevi ed esultate

ManifestoUnitario2016 17

Flash di Vita Associativa

Fermiamo le aggressioni criminali alla nostra terra

Roghi in Campania. La nota dell'Azione Cattolica regionale

Al Ministro dell’Ambiente
Al Governatore della Campania
Ai prefetti di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno
Ai sindaci della Campania
A tutti i cittadini

 

L’Azione Cattolica della regione Campania esprime dolore e sconcerto per quanto sta accadendo sul Vesuvio, sul Monte Somma, sui monti appenninici della Regione, nelle campagne e nelle periferie delle nostre città e dei nostri paesi.

Con vivo e sincero senso di corresponsabilità vi riportiamo il sentimento di profondo scoramento di tante, tantissime persone, mortificate delle azioni di quanti si sono resi complici di tali vili atti e allo stesso tempo avvolte dal senso di sfiducia verso la capacità delle istituzioni di difendere e salvare la terra e i cittadini dalle grinfie dei criminali.

Leggi tutto...

Nota sulla tragedia di Torre Annunziata

logo azione cattolica sfondo biancoNota della Presidenza Azione Cattolica della diocesi di Napoli

 

Ecco, Dio è la mia salvezza;

io confiderò, non temerò mai, perché mia forza e mio canto è il Signore;  

egli è stato la mia salvezza. [Isaia 12,2]

 

In queste ore, in cui, presso lo Basilica della Madonna della Neve di Torre Annunziata, abbiamo dato l’ultimo saluto terreno  ai nostri amici Pina, Pasquale, Anna, i piccoli Francesca e Salvatore, Giacomo, Edy, Marco, vittime del crollo del palazzo in via Rampa Nunziante, siano le parole del profeta Isaia a risuonare nei nostri cuori e a lenire le nostre ferite, perché da esse possa sgorgare sempre più forte il desiderio di giustizia, per risvegliare le coscienze cadute o addormentate. Ci sono persone che hanno una missione  decisiva, ci ricorda Enzo Bianchi, svegliare quelli che dormono e  impedire ad altri di addormentarsi per camminare tutti insieme. La missione di ciascuno di noi, è da oggi ancora più chiara: non dimenticare questa tragedia, le storie e i volti di questi amici. La memoria quotidiana, la passione e l’impegno per la verità, continueranno a renderli vivi, e saranno il motore di una conversione possibile del nostro cuore, delle nostre azioni, dei nostri pensieri. “Svegliare quelli che dormono e impedire ad altri di addormentarsi” sarà il più grande tentativo di far nascere un seme di speranza da una tragedia come questa. L’Azione Cattolica di Napoli, nel portare vivo nel cuore il ricordo di queste famiglie, di questi suoi piccoli Acrini, vuole continuare a credere in questa missione di annuncio della speranza, e in questo momento di particolare dolore per la comunità parrocchiale della SS. Trinità e per l’intera città di Torre Annunziata, prega davanti alla croce, quella che ci spinge ad alzare lo sguardo, e ad aprire il cuore, per accogliere la gioia e la pienezza della resurrezione.

Flash dalle Rubriche

Misericordia per la famiglia

famiglia anagraficaForse non c’è istituzione che, più di ogni altra, abbia bisogno di misericordia, cioè di attenzione, cura, amore, prossimità, dedizione viscerale e materna. Il carattere istituzionale è determinante, per comprendere le trasformazioni di quella che abbiamo imparato a conoscere, tradizionalmente, come cellula della società e che sembra essere generativa di ogni altra forma istituzionale, poiché luogo privilegiato di generazione, socializzazione e di formazione, di educazione. Dico sembra, poiché la famiglia proietta, oggi, all’interno di sé un “caos domestico” specchio di quello sociale: nel rapporto famiglia-società le persone diventano numeri. È addirittura pericoloso considerare gli individui come persone, poiché ciò significherebbe doversi preoccupare di problematiche e aspettative che i numeri, invece, non richiedono. Per cui la famiglia diviene un tema “sensibile”, incrociando problematiche, che innescano riflessioni e discussioni di natura educativa, culturale etica e bioetica, politica e biopolitica, antropologica, economica, sociale e civile, teologica.

Leggi tutto...

Flash dai Focus

Abitare, una delle cinque vie verso l'umanità nuova

logodi Giuseppe Irace*

“Abitare” è una delle cinque tracce del Convegno di Firenze. “Abitare” rinvia subito all’incarnazione ( “il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi”). Il contenuto della traccia è riferito alla cittadinanza attiva e all’impegno politico.

La politica è quell’impegno per il quale Papa Francesco ci ha detto che è un “obbligo per un cristiano immischiarsi”. Più in dettaglio: “Coinvolgersi nella politica è un obbligo per un cristiano. Noi cristiani non possiamo giocare da Pilato, lavarci le mani.
Dobbiamo immischiarci nella politica, perché la politica è una delle forme più alta della carità perché cerca il bene comune. I laici cristiani devono lavorare in politica. Lei mi dirà: non è facile.

Leggi tutto...

Annunciare, una delle cinque vie verso l'umanità nuova

logodi Francesco Del Pizzo*

Annunciare cosa? Annunciare chi? Dove annunciare?
Nell’imminenza del convegno ecclesiale di Firenze (9-13 novembre 2015), una delle cinque vie scelte per la riflessione e l’azione socio-pastorale dalla Chiesa Italiana per i prossimi anni, corrisponde al verbo annunciare.
Verbo che segue quello di uscire e precede quello di abitare: ad indicare un moto ed una dimensione tipica di un umanesimo incarnato «che offre risposte concrete alle sfide odierne», orientato verso la concretizzazione e la sintesi dinamica tra verità e vissuto (cf. traccia per il cammino verso Firenze In Gesù Cristo il nuovo umanesimo).

Leggi tutto...

→ archivio articoli vari ←