immagine sito ac1

Rallegratevi ed esultate

ManifestoUnitario2016 17

Flash di Vita Associativa

Con Maria, sulla strada delle Beatitudini, per fare nuove tutte le cose

POMPEI 2017Eminenza Carissima,
anche quest’anno ci ritroviamo qui insieme ai numerosi fedeli pellegrini giunti in cammino da tante comunità parrocchiali della nostra diocesi e di altre diocesi della Campania. A Lei il nostro saluto più caro e il nostro grazie, il grazie di tutta l’Azione Cattolica di Napoli, per aver accompagnato e incoraggiato i nostri passi, questi passi compiuti oggi, con sguardo amorevole e paterna fiducia. Grazie per la Sua presenza costante e per l’instancabile e appassionato servizio che rende alla Chiesa diocesana di Napoli e a tutta la Chiesa campana, avendo cura di ogni fragilità, di ogni umana povertà. Questa sera siamo noi ad affidare Lei a Maria, perché continui a proteggere e ad accompagnare i suoi passi.

Leggi tutto...

Con Maria, sulla strada delle Beatitudini, per fare nuove tutte le cose

logo azione cattolica sfondo biancoCome da storica consuetudine, anche quest’anno l’Azione Cattolica di Napoli, insieme alla
nostra Chiesa diocesana, si prepara a vivere il tradizionale Pellegrinaggio a piedi a Pompei
nell’ultimo sabato di maggio. Un cammino di fede che dura ormai da quasi cinquant’anni nella nostra diocesi, e che oggi coinvolge migliaia di fedeli provenienti da tante parrocchie e da tanti territori anche delle altre diocesi della Campania. L’appuntamento è fissato per Sabato 27 maggio 2017 alle ore 12.30 presso la Basilica del Carmine a Napoli. Come di consueto, il pellegrinaggio avrà inizio per le ore 13.00, dopo la Benedizione dei pellegrini, e si concluderà con la Celebrazione Eucaristica presieduta dal nostro Cardinale Arcivescovo Crescenzio Sepe alle ore 22.00 presso l’area meeting del Santuario di
Pompei.

 

Lettera alle presidenze parrocchiali

Locandina

Note tecniche

Flash dalle Rubriche

Misericordia per la famiglia

famiglia anagraficaForse non c’è istituzione che, più di ogni altra, abbia bisogno di misericordia, cioè di attenzione, cura, amore, prossimità, dedizione viscerale e materna. Il carattere istituzionale è determinante, per comprendere le trasformazioni di quella che abbiamo imparato a conoscere, tradizionalmente, come cellula della società e che sembra essere generativa di ogni altra forma istituzionale, poiché luogo privilegiato di generazione, socializzazione e di formazione, di educazione. Dico sembra, poiché la famiglia proietta, oggi, all’interno di sé un “caos domestico” specchio di quello sociale: nel rapporto famiglia-società le persone diventano numeri. È addirittura pericoloso considerare gli individui come persone, poiché ciò significherebbe doversi preoccupare di problematiche e aspettative che i numeri, invece, non richiedono. Per cui la famiglia diviene un tema “sensibile”, incrociando problematiche, che innescano riflessioni e discussioni di natura educativa, culturale etica e bioetica, politica e biopolitica, antropologica, economica, sociale e civile, teologica.

Leggi tutto...

Flash dai Focus

Abitare, una delle cinque vie verso l'umanità nuova

logodi Giuseppe Irace*

“Abitare” è una delle cinque tracce del Convegno di Firenze. “Abitare” rinvia subito all’incarnazione ( “il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi”). Il contenuto della traccia è riferito alla cittadinanza attiva e all’impegno politico.

La politica è quell’impegno per il quale Papa Francesco ci ha detto che è un “obbligo per un cristiano immischiarsi”. Più in dettaglio: “Coinvolgersi nella politica è un obbligo per un cristiano. Noi cristiani non possiamo giocare da Pilato, lavarci le mani.
Dobbiamo immischiarci nella politica, perché la politica è una delle forme più alta della carità perché cerca il bene comune. I laici cristiani devono lavorare in politica. Lei mi dirà: non è facile.

Leggi tutto...

Annunciare, una delle cinque vie verso l'umanità nuova

logodi Francesco Del Pizzo*

Annunciare cosa? Annunciare chi? Dove annunciare?
Nell’imminenza del convegno ecclesiale di Firenze (9-13 novembre 2015), una delle cinque vie scelte per la riflessione e l’azione socio-pastorale dalla Chiesa Italiana per i prossimi anni, corrisponde al verbo annunciare.
Verbo che segue quello di uscire e precede quello di abitare: ad indicare un moto ed una dimensione tipica di un umanesimo incarnato «che offre risposte concrete alle sfide odierne», orientato verso la concretizzazione e la sintesi dinamica tra verità e vissuto (cf. traccia per il cammino verso Firenze In Gesù Cristo il nuovo umanesimo).

Leggi tutto...

→ archivio articoli vari ←