immagine sito ac1

Rallegratevi ed esultate

ManifestoUnitario2016 17

Progetto "P. Filippo Luciani"

BREVE PERCORSO FORMATIVO DI INTERESSE ALLA POLITICA E DI IMPEGNO CIVILE

 

«[...] rinnovo l’appello perché sorga una nuova generazione di cattolici, persone interiormente rinnovate che si impegnino nell’attività politica senza complessi d’inferiorità. Tale presenza, certamente, non s’improvvisa; rimane, piuttosto, l’obiettivo a cui deve tendere un cammino di formazione intellettuale e morale che, partendo dalle grandi verità intorno a Dio, all’uomo e al mondo, offra criteri di giudizio e principi etici per interpretare il bene di tutti e di ciascuno. Per la Chiesa in Italia, che opportunamente ha assunto la sfida educativa come prioritaria nel presente decennio, si tratta di spendersi nella formazione di coscienze cristiane mature, cioè aliene dall’egoismo, dalla cupidigia dei beni e dalla bramosia di carriera e, invece, coerenti con la fede professata, conoscitrici delle dinamiche culturali e sociali di questo tempo e capaci di assumere responsabilità pubbliche con competenza professionale e spirito di servizio. L’impegno socio-politico, con le risorse spirituali e le attitudini che richiede, rimane una vocazione alta, a cui la Chiesa invita a rispondere con umiltà e determinazione.»

(Benedetto XVI - 46a Settimana Sociale, 14 ottobre 2010)

 

«Coinvolgersi nella politica è un obbligo per un cristiano. Noi cristiani non possiamo giocare da Pilato, lavarci le mani. Dobbiamo immischiarci nella politica, perché la politica è una delle forme più alta della carità perché cerca il bene comune. I laici cristiani devono lavorare in politica. Lei mi dirà: non è facile. Ma non lo è neanche diventare prete! La politica è troppo sporcata ma è sporcata perché i cristiani non si sono mischiati con lo spirito evangelico. Facile dire colpa di quello... ma io cosa faccio? Lavorare per il bene comune è dovere di cristiano.»

(Papa Francesco) 

 

Il Percorso Formativo nasce a 50 anni dall’indizione del Concilio Vaticano II e vuole essere uno dei frutti del Giubileo per la Città promosso dall’Arcivescovo.
L’iniziativa promossa dall’Azione Cattolica di Napoli e dall’Incaricato per la Formazione Socio-Politica della Chiesa di Napoli ha visto l’adesione di diverse Associazione e Movimenti che ne hanno sposato le finalità e supportato la diffusione.

L'obiettivo del Percorso, non è quello di fare una Scuola di politica “canonica” che, se non contestualizzata in un terreno “pronto” e in sensibilità condivise potrebbe portare con sé il rischio di risultare cattedratica e di coinvolgere in realtà solo chi è già interessato.
Invece, l’obiettivo non è indirizzarsi a chi è già impegnato, ma di avvicinare tutti all'impegno politico e sociale in modo da poter, in un eventuale futuro favorire la partecipazione e l'impegno ad ogni livello. Magari anche pensando ad un eventuale “secondo livello”, così da ridurre il rischio di formare persone che finita la “scuola”, si ritrovano fuori contesto, fuori prospettiva, sia rispetto alla comunità ecclesiale che rispetto ai luoghi dell'impegno che frequentati in solitudine possono “fagocitare” o “espellere”.
Proprio perché l'obiettivo è una formazione di base, un primo livello, in cui però coinvolgere tutti, si è scelto un livello territoriale interparrocchiale e viene offerto a quelle parrocchie interessate.

Gli appuntamenti dovrebbero coinvolgere tutti gli operatori pastorali, i gruppi giovani, adulti, famiglie, le associazioni e i movimenti presenti in parrocchia: dai ministri della comunione ai catechisti, dai giovani ai gruppi di preghiera.
Gli incontri, tendenzialmente, sono affidati a chi ha vissuto un'esperienza politica diretta ma che ha contemporaneamente un forte radicamento nella realtà ecclesiale.

L’attività è intitolata a don Filippo Luciani, compianto sacerdote della Diocesi di Napoli (tra l’altro, Rettore del Seminario Maggiore e Assistente Unitario dell’Azione Cattolica), che ha accompagnato diverse generazioni di laici e sacerdoti anche su questi temi, mostrando competenza, coerenza e “laicità”.

 

Percorso e temi dei possibili incontri

 

Dal disimpegno al peccato di omissione: perché un cristiano ha il dovere di prendere parte alla vita della città.
(Christifideles laici, 42 ss.)

Mario Di Costanzo (già Assessore al Patrimonio del Comune di Napoli)


I cattolici e la città: costituzione e concilio
(CDS 151 - 159)

Raffaele Cananzi (già Parlamentare della Repubblica e Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri)


I luoghi della partecipazione: dal Circolo Didattico al Parlamento Europeo.
Le competenze e i servizi: risposte ai bisogni delle persone.
(CDS, 179 - 191)

Giuliana Di Fiore (già Assessore all'Ambiente della Provincia di Napoli)


Gli strumenti della politica: partecipazione, condivisione, ricerca del consenso, partiti, liste civiche, l'impegno sul territorio.
(CDS, 406-420)

Nicola Campanile (già Sindaco di Villaricca, Assessore a Marano e a Cercola)

-------------------------------------------------

Info
Giuseppe Irace: 3476926471 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Francesco Del Pizzo: 3384091515 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Mario Di Costanzo: 3357185855 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-------------------------------------------------

Iniziative

I Decanato
II Decanato
VI Decanato